Avvisi di accertamento e di addebitoDecadenza ed illegittimitàSenza categoria

Alle sezioni unite la questione sulle garanzie del contribuente nelle indagini del fisco a tavolino

Con Ordinanza n. 527/2015 è stata rimessa alle Sezioni Unite della Cassazione la questione relativa alla garanzia ex art. 12, comma 7, della Legge 212/2000 (Statuto del Contribuente). Sarà quindi la Suprema Corte a dover risolvere tale delicata questione, precisamente se il termine di difesa dei 60, per presentare memorie o documento, deve essere rispettato, pena nullità dei successivi avvisi di accertamento, anche nell’ipotesi di mera richiesta dell’Amministrazione Finanziaria ad avere documenti da parte del contribuente, cioè anche nel caso di assenza di effettivo accesso o reale ispezione nei locali dell’accertato.

Le precedenti sentenze favorevoli al contribuente sono: CTP LA SPEZIA del 10.4.2015 n. 390; CTR FRIULI VENEZIA GIULIA,  Sez. 11, del 28.5.15 n. 214; CTR TOSCANA, Sez. 24, del 15.5.2015 n. 870; CTR UMBRIA del 29.5.15 n. 321; Cass. n. 2594/2014; Cass. n. 7960/14; Cass. n. 19667/2014.

Articoli Correlati