Avvisi di accertamento e di addebitoFalsi dirigenti

Commissione tributaria regionale lazio: legittimo l’avviso sottoscritto da falso dirigente

La Commissione Tributaria Regionale del Lazio n. 4423/2015 ha accolto l’appello dell’Ufficio ed ha riconosciuto la validità degli atti sottoscritti da funzionario “illegittimo”, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 37/2015. Tale pronuncia si basa sul principio del “funzionario di fatto”, cioè del personale che esercita attività amministrativa pur non essendo incardinato formalmente nel ruolo, ma che appare quale vero e proprio agente della pubblica amministrazione (principio collegato a quello della conservazione degli atti amministrativi).

Pertanto “aggiorniamo” le sentenze relative alla questione dei ”Falsi dirigenti”:

PRO FISCO

CTR L’AQUILA n. 576/01/2015; CTP GORIZIA n. 63/01/2015; CTP MACERATA n. 150/02/2015 e CTP PESARO n. 309/01/2015; CTR LAZIO n. 4423/2015.

PRO CONTRIBUENTE

CTR LOMBARDIA n. 2842/01/2015; CTR LOMBARDIA n. 2184/13/2015 del 19 maggio 2015; CTP FROSINONE n. 414/02/2015 del 15 maggio 2015 (specifica sulla delega conferita da “falso” dirigente); CTP PALERMO n. 3350/10/2015; CTP LECCE n. 1789/02/2015; CTP CAMPOBASSO n. 784/03/2015; CTP MILANO n. 3222/25/2015; CTP BRESCIA n. 277/01/2015; CTP MILANO n. 6619/23/15 del 21 luglio 2015.

Articoli Correlati