Avvisi di accertamento e di addebitoDecadenza ed illegittimità

Statuto contribuente: i 60 giorni devono essere rispettati dalla data della sottoscrizione dell’avviso

La Cassazione del 28 maggio 2015 n. 11088 ha definitivamente affermato che l’obbligo che ha l’Agenzia delle Entrate di rispettare il termine di 60 giorni, ex art. 12, comma 7, dello Statuto del Contribuente, decorre dall’emissione dell’atto: data della sottoscrizione dell’Avviso (non dalla data della notifica dell’Avviso di accertamento).

Precisamente, tale art. 12 precisa, al comma 7, che se l’Ufficio emette l’avvisi di accertamento prima di 60 giorni dalla comunicazione al contribuente dell’ultimo atto di indagine, l’atto è nullo. Ciò, in ottemperanza al diritto di difesa (contradditorio) del contribuente.

Articoli Correlati