Avvisi di accertamento e di addebitoDelegaSenza categoria

Atti digitali del Fisco devono essere sottoscritti

Gli atti digitali del Fisco devono essere sottoscritti con attenzione alle modalità di sottoscrizione degli atti cartacei.

Questa è, in sintesi, la nota del Direttore dell’Agenzia, Paolo Savini, inviata alle direzioni territoriali ed ai centri operativi.

Precisamente, gli atti digitali quando sono documenti indicizzati e spediti ai contribuenti devono seguire le stesse regole della sottoscrizione degli atti tradizionali  (cartacei).

L’Agenzia delle Entrate dovrà, nell’atto della sottoscrizione del documento digitale, riportare per esteso il nome del soggetto sottoscrittore”. Inoltre tale sottoscrizione deve indicare la dicitura “firmato digitalmente”. Nel caso in cui a firmare sia un soggetto delegato, deve essere indicato pure il nome del delegante.  Oltre al nome delegato e la dicitura “firmato digitalmente”.

Si devono, pertanto, seguire le indicazioni fornite dalla direttiva del personale n. 158536/2015 e dalla direttiva degli affari legali n. 1/2016.

La violazione di tali indicazione nella sottoscrizione dell’atto “firmato digitalmente” farebbe incorrere l’Avviso in vizi che potrebbero comportare la nullità o l’annullabilità dell’atto stesso. Ciò, sulla scorta dei principi sulle deleghe di firma affermati dalla Cassazione a chiusura del contenzioso sui dirigenti “illegittimi”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 − tre =