PrescizioneSenza categoria

CTR Roma: insiste che i tributi si prescrivono in 5 anni

La CTR di Roma con la Sentenza n. 1050 del 7 marzo 2017 ha confermato la tesi giurisprudenziale di merito che, oramai, si sta ampliando: il termine per la prescrizione dei tributi (anche non locali) non è di dieci anni, ma invece di 5 anni (vedi anche le altre sentenze).

Nei fatti una contribuente impugnava un preavviso di fermo e motivava l’impugnazione anche con l’avvenuta prescrizione delle pretese tributarie per il trascorrere del termine quinquennale. La CTP rigettava il ricorso e la contribuente formulava appello con l’unico motivo della prescrizione quinquennale.

La CTR capitolina accoglieva l’appello e riformava la sentenza della CTP per intervenuta prescrizione quinquennale dei crediti tributari. Ciò, interpretando un passaggio preciso della Cass. Ss. Uu. n. 23397 del 17.11.2016 (tale conclusione era già stata da noi evidenziata con la news del 2 febbraio 2017).

In particolare i Giudici d’appello affermavano: “In conclusione il Collegio, ritiene che nel caso in esame, vista la notifica della cartella di pagamento essere avvenuta in data 10.02.2009, quindi, decorso il termine quinquennale, l’eventuale credito risulta prescritto è nulla la cartella di pagamento” (CTR Roma n. 1050/17).

Articoli Correlati