Rottamazione Bisrottamazione cartelle

BREAKING NEWS: rottamazione bis anche per vecchie cartelle

Approvato al Senato l'emendamento che apre la rottamazione per cartelle dal 2000 al 2017

La Commissione Bilancio del Senato della Repubblica ha approvato l’emendamento del capo gruppo del PD, On. Giorgio Santini. CLICCA QUI per l’Emendamento che ha modificato l’art. 1 D.L. n.148-2017 .

Per vedere tutte le caratteristiche e le condizioni per tale nuova Rottamazione Bis CLICCA QUI 

Con tale modifica la nuova rottamazione bis è ‘allargata’ anche alle cartelle precedenti.

La nuova definizione agevolata avrà come oggetto i cari affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2016, ma per chi non ha già aderito alla prima rottamazione. Oltre naturalmente quelli affidati da gennaio 2017 a settembre 2017. Quindi, se la modifica sarà confermata anche dalla Camera, le cartelle oggetto della rottamazione bis saranno:

– quelle affidate all’agente della riscossione dal 2000 al settembre 2017, per chi NON ha aderito alla prima rottamazione;

– quelle affidate all’agente della riscossione dal gennaio 2017 a settembre 2017, per chi HA aderito alla prima rottamazione.

Va vi è di più.

1.Con tale emendamento approvato viene anche concesso più tempo per coloro che volessero ‘sanare’ i mancati pagamenti delle 2 precedenti scadenze della prima rottamazione. Il termine dal 30 novembre 2017 è stato spostato al 7 DICEMBRE 2017.

2. La rottamazione bis viene allargata anche alle ingiunzioni fiscale di enti locali. Tale enti potranno decidere di aderire alla rottamazione bis entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del D.L.

3. Con il semplice invio di tale istanza per la Rottamazione bis, sono immediatamente sospesi i relativi piani di dilazione non decaduti: fino a quando AeR non risponde alla richiesta di Rottamazione bis le rate delle dilazioni non si pagano

 

 

Tags

Articoli Correlati