Cartelle di pagamentoInteressi

Interessi di mora su cartelle, scendono al 3,01%

Cala il tasso di mora su quanto costa pagare in ritardo la cartella

Orbene, con il Comunicato del 10 maggio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha abbassato il tasso degli interessi di mora applicabili sulle cartelle di pagamento ex art. 30 del D.p.r. n. 602/1973, con riguardo alla media dei tassi bancari attivi.

Tale articolo prevede che decorso inutilmente il termine di 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento, per le somme richieste dal Fisco, si devono pagare gli mancato/tardivo pagamento della cartella (appunto gli interessi di mora).

Il tasso di tali interessi di mora

– dal 1/10/2009 al 1/10/2012 il tasso era del 6,8358%;

– dal 1/10/2012 al 1/05/2013 il tasso era del 4,5504%;

– dal 1/05/2013 al 1/05/2014 il tasso era del 5,2233%;

– dal 1/05/2014 al 14/05/2015 il tasso era del 5,14%;

– dal 15/05/2015 al 14/05/2016 il tasso era del 4,88%;

– dal 15/05/2016 al 14/05/2017 il tasso era del 4,13%;

– dal 15/05/2017 al 14/05/2018 il tasso era del 3,50%

– dal 15/5/2018 il tasso è del 3,01%

Questi interessi di mora sono solamente una delle 3 tipologie di interessi applicati sulla cartella di pagamento. Gli altri sono:

Tags

Articoli Correlati