Pace FiscaleRottamazione Bisrottamazione cartellerottamazione litiSaldo e Stralcio con Equitalia

Pace fiscale, ecco come funzionerà

Condizioni e chi ne avrà diritto

La novità fiscale prevista dal Governo sarà chiamata Pace Fiscale. Quest’ultima dovrebbe, nelle intenzioni dell’esecutivo, creare una sorta di pace tra il contribuente ed il fisco, con il pagamento di una somma a saldo e stralcio. Per debiti fino a 100.000,00 euro il contribuente potrebbe liberarsi del Fisco pagando il 15%, 20% o il 23%

Tale pace fiscale sarà di tre tipologie:

  1. la prima riguarderà gli accertamenti esecutivi dell’Agenzia delle Entrate;
  2. la seconda avrà come oggetto le cartelle esattoriali, con debiti iscritti a ruolo;
  3. la terza sarà relativa a ricorsi pendenti in giudizio, anche in Cassazione.

Tale pace fiscale si estenderà anche sa multe del codice della strada e sulle sanzioni.

Per di più, questa pace fiscale avrà le seguenti condizioni:

  1. sarà coordinata con le rottamazioni già in essere, in buona sostanza, chi ha in essere già una Definizione Agevolata (Rottamazione) non potrà aderire alla Pace Fiscale, dovrà continuare con la Definizione Agevolata.
  2. non dovrebbero aderire quei contribuenti che hanno richiesto, ma non concluso le 2 precedente definizioni agevolate.
  3. Non sarà concessa a tutti, ma solo a quei contribuenti che dimostreranno di essere in difficoltà economica per rispettare i pagamenti con il fisco. Non ci sarà quindi alcun automatismo per la richiesta di Pace Fiscale

 

Tuttavia, da ultime indiscrezioni del Governo questo progetto di Pace Fiscale non sarà attivato nel 2018, ma dovrà partire per il 2019.

Tags

Articoli Correlati