Servizi Online

Calcolo Automatico della Prescrizione

Contattaci subito per avere maggiori informazioni! Clicca qui

9 Comments

  1. Pingback: Prescrizione & Decadenza | Soluzioni Al Debito - www.soluzionialdebito.it
  2. oltre a quanto so pra ho avuto il fermo amministrativo il 27/10/15 : come toglierlo ?
    A chi rivolgermi per ridurre l’importo ?
    grazie

    1. Gentile Signor PRETALI, se ha subito un fermo amministrativo la prima preoccupazione è di darLe la possibilità di utilizzare l’auto. Quindi bisogna far “sospendere il fermo amministrativo”. Ciò è possibile dilazionando le sottostanti cartelle al fermo e, con il pagamento della prima rata, vi è uno specifico modulo del Riscossore per chiedere l’annotazione ai Pubblici Registri Automobilistici della sospensione del Fermo, così può circolare. Invece per poter chiedere l’annullamento del fermo e/o delle sottostanti cartelle deve impugnare l’atto di fermo avanti i rispettivi giudici competenti. Spero di essereLe stato utile. Francesco

  3. Buongiorno, la prescrizione di imposte tributarie locali( es, Tari, Ici, Imu ecc), che ha una durata di 5 anni, da quale data decorre( la prescrizione inizia a decorrere da quale data rispetto all’ anno d’ imposta) esempio: per tari non pagata nell’ anno 2012, quando inizia a decorrere la prescrizione? Inoltre, il vostro calcolatore riporta sempre prescrizioni a 10 anni, indistintamente dal tipo d’ imposta, non comprendendo neanche, le voci successive( non rilevanti a mio parere), sulla richiesta o meno di dilazione e/o sull’ iscrizione a ruolo antecedente il 2013.
    Grazie

    1. Gentile Signor FELIX,
      in risposta al Suo quesito Le preciso quanto segue.

      Sulla prescrizione dei tributi locali
      Innanzitutto è opportuno precisare (in modo generale e non esaustivo, ma per comprenderli) gli istituti della decadenza e della prescrizione:
      con la decadenza il diritto in questione non si è “perfezionato” è il trascorrere del tempo previsto dalla legge fa sorgere tale diritto se il creditore compie alcuni specifici atti (ad esempio per la tari l’invio dell’avviso di accertamento deve avvenire entro è il 31 dicembre dell’ano successivo a quello in cui è stata fatta la denuncia: art. 1, commi 639 e ss, Legge n. 147/2013);
      con la prescrizione, invece, il diritto è già sorto ed il mancato suo “utilizzo” lo fa venire meno.
      Orbene, per i Tributi locali (come la Tari) la normativa di riferimento (Tari: art. 1, commi 639 e ss, Legge n. 147/2013) prevede solo il termine di decadenza e non quello di prescrizione. Tale termine di prescrizione è, invece, di natura giurisprudenziale: ciò è la prescrizione quinquennale deriva da interpretazione della Cassazione sull’art. 2948 c.c.
      Quindi, rispondendo alla Sua domanda, in particolare per la Tari, la decadenza per l’avviso di accertamento del comune è del quinto anno successivo alla denuncia dell’immobile (oppure quando tale denuncia doveva essere fatta). Per la prescrizione dovrebbe essere di 5 anni da quando l’avviso di accertamento del comune è diventato definitivo, ma per interpretazione della Cassazione.

      Sul sistema di calcolo della prescrizione.
      Considerando l’incertezza della prescrizione dei tributi locali (di sola creazione giurisprudenziale) il calcolatore automatico è costruito solo sui presupposti normativi (oltre a dover rispondere a richieste di tutti i generi per tributi statali e locali).
      Inoltre:
      vi è indicato di inserire la eventuale richiesta di dilazione perché la non interruzione della prescrizione tramite l’invio della richiesta di rateazione non è certo (anche questo è di creazione giurisprudenziale)
      la domanda per iscrizioni a ruolo anteriori al 31/10/2013, è relativa all’art. 1, comma 618, Legge n. 147/2013 che prevedeva la sospensione del termine di prescrizione dal 01/1/14 al 15/06/2015.
      Spero di essereLe stato utile.
      I migliori saluti
      Francesco

      1. È stato molto esaustivo nella risposta. In pratica, se ho ben capito, un tributo locale, anno d’ imposizione d’ imposta , esempio marzo 2012, la decadenza, decorre da marzo 2012 e termina a marzo 2017. Qualsiasi atto a titolo esecutivo giunto oltre questa data(es, cartella esatt) risulterebbe illegittimo, quindi impugnabile . Se le considerazioni suddette sono corrette, quali strade è possibile intraprendere per contestare la cartella….
        Grazie ancora.

        1. Gentile Signora,
          la prescrizione è una causa non satisfatoria dell’estinzione dell’obbligazione e per quella tributaria tale causa di estinzione deve essere fatta valere avanti l’autorità giudiziale competente. Purtroppo l’Amministrazione Finanziaria può rilevarla ed applicarla direttamente (salvo casi speciali e specifici previsti dalla legge).
          Spero di esserLe stato utile
          Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 14 =