Rottamazione Ter

CONVERSIONE DECRETO CRESCITA

Presso la Camera iter per modifica del D.L. n. 34/2019

E’ stato depositato presso la Camera dei Deputati il Disegno di legge di conversione del Decreto Legge n. 34 del 30 aprile 2019 [vedi il DDL, da pagina 90, CLICCA QUI]

Si riportano gli articoli più rilevanti

ARGOMENTI

ARTICOLI

SPIEGAZIONI

Maggiorazione dell’ammortamento per i beni strumentali nuovi

Art. 1

La disposizione reintroduce (dal 1 aprile 2019 al 31 dicembre 2019) la misura del cd. Super ammortamento per imprese e professionisti che investono in nuovi beni strumentali (esclusi veicoli e mezzi di trasporto).

In particolare:

  • L’ordine accettato ed il pagamento di almeno il 20% deve avvenire tra il1 aprile 2019 ed il 31 dicembre 2019;

  • il costo di acquisizione è maggiorato del 30%;

  • il limite degli investimenti è pari ad €2,5 milioni.

Revisione mini-IRES

Art. 2

La norma introduce un nuovo incentivo volto a individuare una modalità di tassazione agevolata IRES per Società, pur sempre con la finalità di agevolare gli utili non distribuiti.

In particolare:

  • l’aliquota IRES, per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31/12/2021, è ridotta del 3,5%;

  • l’aliquota IRES, per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31/12/2018 e per i due successivi (2019 e 2020), è ridotta, rispettivamente, del 1,5%, del 2,55 e del 3%

Maggiorazione deducibilità IMU dalle imposte sui redditi

Art. 3

La norma emendata stabilisce un graduale incremento della deducibilità dell’IMU dal reddito d’impresa e di lavoro autonomo (già aumentato al 40% dalla Legge di Bilancio per il 2019, art. 1, comma 12, Legge n. 145/2018).

Precisamente:

– Per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018 l’imposta municipale propria relativa ad immobili strumentali è deducibile nella misura del 50%;

– Per il periodo d’imposta successivo al 31 dicembre 2019 e al 31 dicembre 2020 l’imposta municipale propria relativa ad immobili strumentali è deducibile nella misura del 60%;

– Per il periodo d’imposta successivo al 31 dicembre 2021 l’imposta municipale propria relativa ad immobili strumentali è deducibile nella misura del 70%.

Modifiche al regime dei forfettari

Art. 6

La norma adegua il regime forfetario, ex art. 1, commi da 54 a 89 Legge n. 190/2015 (con le modifiche della Legge di Bilancio 2019). In particolare, per i contribuenti che applicano il regime forfetario dal 2019, che potranno avvalersi di impiego di dipendenti e collaboratori (per le modifiche dell’art. 1, comma 9, Legge n. 145/2018), dovranno applicare le ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e sui redditi assimilati. La disposizione semplifica anche gli adempimenti fiscali per i lavoratori interessati: evitato l’obbligo di presentazione della dichiarazione per irpef ed addizionali; nei primi mesi del 2019 le ritenute fiscali relative al lavoratore sono pagate in tre rate mensili.

Estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali

Art. 15

La disposizione in esame concede la possibilità per le Regioni e per gli altri Enti locali di poter scegliere di attivare la Definizione Agevolata ANCHE per i tributi (quindi non solo per le imposte locali), al netto però delle sole sanzioni (gli interessi di mora non sarebbero rottamabili).

I requisisti sono:

1. Tali crediti NON devono essere stati già riscossi a seguito di ingiunzione fiscale (R.D. n. 639/1910);

2. le ingiunzione fiscale (R.D. n. 639/1910) devono essere state NOTIFICATE negli anni al 2000 al 2017 (naturalmente qui nulla rileva l’iscrizione a ruolo);

3. entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto legge (01 maggio 2019) gli enti locali dovranno decidere se aderire a tale Definizione Agevolata, indicandone anche le modalità;

4. il numero di rate e le relative scadenze non possono superare il 30 settembre 2012;

5. la presentazione dell’istanza sospende i termini di prescrizione fino al mancato pagamento della prima o unica rata;

6. il mancato, o in sufficiente, pagamento delle somme rottamate non farà produrre gli effetti alla rottamazione.

Reddito di cittadinanza

Art. 39

Relativo alla procedura delle Società In house del Ministero del lavoro

Entrata in vigore del Decreto Crescita

Art. 51

Il Decreto Crescita entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione, quindi il 1 maggio 2019.

Tags

Articoli Correlati