CoronaVirus

Prestiti per €25.000. C’è il modulo

Analizziamo le condizioni e le modalità di compilazione del modulo

E’ stato pubblicato il modulo relativo alla garanzia del 100% dei prestiti fino a 25.000 euro per PMI e per professionisti (art. 13 del D.L. n. 23/2020). Si ricorda tali contribuenti prima di accedere alle garanzie dalla Società SACE Spa devono aver prima utilizzato la capacità del Fondo di garanzia delle PMI e dei professionisti (per maggiori info CLICCA QUI). Si consideri che il rischio per tali tipi di finanziamenti è dato 1 a 3 (per 1 euro di garanzia il Fondo stima 3 euro di garanzia). Per le Società richiedenti che hanno crediti deteriorati, CLICCA QUI.

Ecco il modulo:

Vediamo, in breve, le principali caratteristiche per tale finanziamento

A chi inviare il modulo?

Il modulo va inviato via PEC o tramite semplice email agli intermediari finanziari. Quest’ultimi poi dovranno fare richiesta della garanzia del Fondo

La Banca o altro intermediario finanziario è obbligata a concedere il finanziamento?

NO, la banca o altro intermediario finanziario NON è obbligato a erogare il finanziamento, Inoltre l’intermediario finanziario può anche attivare la propria istruttoria

Quale è la quota di finanziamento concedibile?

La somma del prestito è pari al 25% dei ricavi o compensi dell’anno precedente, nella somma massima pari ad euro 25.000.

Chi può chiedere il finanziamento con tale modulo?

Tale modulo può essere usato da PMI, lavoratori autonomi e professionisti per chiedere il finanziamento fino a 25.000 euro.

Quanto può durare il rimborso del finanziamento?

Il Finanziamento può essere rimborsato in un tempo massimo di 6 anni

Quando inizia il rimborso di tale finanziamento?

L’inizio del rimborso del finanziamento avverrà dopo i primi due anni

Quale tasso d’interesse è applicato a tale finanziamento?

Il tasso massimo applicabile è il rapportato al rendimento dei titoli di Stato più uno spread dello 0,2%. Attualmente è pari al 1,2%

Da quando sono operativi tali finanziamenti?

I finanziamenti sono disponibili già da oggi 15 aprile 2020 e le prime erogazioni sono previste per lunedì 20 aprile 2020

Quante domande potranno essere evase in tutto?

Considerando le somme messe a disposizione dal Governo, è possibile che possano essere soddisfatte solamente 350.000 richieste.

*****

Ecco come si deve compilare il MODULO

Soggetto beneficiario

Deve essere indicato che tale soggetto beneficiario NON è destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni previste dalla Legge n. 231/2001 (Disciplina della responsabilità amministrativa) e che NON è incorso in esclusioni previste dal codice dei contratti pubblici

Fondo di garanzia

Bisogna accettare il diritto del Fondo di rivalersi sul beneficiario nel caso questi non rimborsi il finanziamento alle banche o ad altro intermediatore finanziario

Altri dati da indicare

Deve essere specificata la propria classe dimensionale in base ai parametri della raccomandazione della commissione UE 2003/316.

Ricavi o compensi

Vanno riportati i dati relativi ai ricavi dell’ultimo esercizio contabile (ultimo bilancio depositato) oppure vanno riportati i compensi come indicati nell’ultima dichiarazione dei redditi presentata.

Nuove partite IVA

Per le partite IVA aperte dopo il 01 gennaio 2019 per attestare ricavi o compensi basta una autodichiarazione oppure altra documentazione idonea allo scopo (come indicato nel Modulo).

Codice ATECO

Deve essere inserito anche il codice ATECO dell’attività economica interessata dal finanziamento e quella in cui si attesta che si sono subiti danni economici legati al COVID-19

Il motivo del prestito

Vanno indicate anche le finalità del finanziamento richiesto

Cosa si rischia nell’errata compilazione del modulo?

Il Fondo potrà svolgere controlli ed ispezioni presso le sedi del soggetto richiedente il finanziamento. Per indebita fruizione del finanziamento si possono subire le sanzioni dal D.Lgs. n. 123/1998.

*****

Riportiamo anche la procedura indicata dalla SACE S.p.a.

Tags

Articoli Correlati