Cartelle di pagamento

15 ottobre: ripartono le notifiche per 6,7 milioni di cartelle

La PEC sarà la modalità più usata per la notifica. Scade anche la dilazione "agevolata"

Il Decreto di Agosto (D.L. n. 104/2020) ha spostato il blocco della notifica delle cartelle dal 31 agosto 2020 al 15 ottobre 2020. Pertanto, salvo proroghe dell’ultimo minuto, dal 15 ottobre 2020 l’Agenzia delle Entrate-Riscossione potrà notificare nuovamente le cartelle di pagamento, nonché i pignoramenti.

Le cartelle che saranno notificate sono di un volume pari di 6,7 milioni.

Si ricorda che la notifica delle cartelle può avvenire:

  1. tramite agente notificatore;

  2. tramite raccomandata;

  3. tramite la PEC.

Tale notifica con PEC sarà di gran lunga utilizzata, anche perché dal 1 ottobre 2020 è stato (conversione del Decreto Semplificazione n. 76/2020, per maggiori info CLICCA QUI) previsto l’obbligo di avere PEC per tutte le imprese e per tutti i professionisti (anche se non iscritti in appositi albi).

Inoltre è stato eliminata la possibilità per le persone fisiche, che facoltativamente, hanno deciso di iscrivere la propria PEC nel registro pubblico: INAD.

Bisogna quindi ben conoscere le modalità della notifica digitale, anche per non incorre in evitabili errori (per maggiore info CLICCA QUI).

Si ricorda che il 15 ottobre 2020 è anche il termine ultimo per INVIARE le istanza di dilazione ed approfittare di 10 (in luogo di 5) rate non pagare per la decadenza della dilazione

Tags

Articoli Correlati