Strumenti e soluzioni a privati e imprese
per debiti Equitalia - Agenzia delle Entrate-Riscossione

Modelli rateazione dal 2023

Con il Decreto Aiuti del Luglio 2022 sono state introdotte nuove modalità per la dilazione dei debiti iscritti a ruolo. In particolare:

  • si arriva al limite di ‚ā¨120.000,00¬†prima era ‚ā¨60.000) per le istanze senza ISEE e codici Alfa o Liquidit√†,
  • la decadenza dal piano di rateazione con il non pagamento di 8 rate¬†(prima erano 4) anche non consecutive.
  • √® possibile chiedere nuove dilazioni anche se √® gi√† decaduti ma per nuove cartelle (mai dilazionate con il Riscossore )

Modelli per sospensiva Agenzia delle Entrate e per sospensione fermo amministrativo Riscossione

Al fine di evitare l’inizio e/o la prosecuzione di azioni riscossive, art. 1, comma 537 e ss. , Legge n. 228/2012 (Legge di Stabilit√† 2013), ha introdotto nell’ordinamento un’ulteriore procedura attraverso la quale il contribuente pu√≤ bloccare la riscossione coattiva di pretese che reputi non pi√Ļ dovute ed, in specifico caso, annullarle del tutto.¬†Tale procedura, per√≤, √® stata novellata dall’art. 1 D.Lgs. n. 159/2015 e le novit√† inserite si applicano “automaticamente” alle istanza presentate al Riscossore successivamente al 22 ottobre 2015 (vedi anche Circolare Direzione Centrale di Equitalia n. 98/2015). Le principali novit√† sono:

  1. √ą stata tolta la clausola aperta “qualsiasi altra causa di inesigibilit√† del credito”; Il termine per la presentazione dell’istanza passa da 90 a 60 giorni decadenziali;
  2. Nelle more della risposta dell’Ente impositore resta sospeso il termine di 200 giorni decorsi i quali il pignoramento perde efficacia;
  3. Il termine di 220 giorni, dalla spedizione dell’istanza, per l’annullamento dei debiti a ruolo se non arriva la risposta dell’Ente, non opera nei casi di sospensione giudiziale o amministrativa o per sentenza non definitiva di annullamento del credito;
  4. √ą stata espressamente preclusa la possibilit√† di reiterare l’istanza;
  5. Il Riscossore dovr√†, entro il termine di 10 giorni, anche avvisare il contribuente di avere trasmesso la sua richiesta all’Ente, con posta prioritaria o elettronica certificata.

Susssite anche la possibilità di sospendere un fermo amministrativo già in essere, scarica QUi il modulo

Back to top button