Rottamazione Bisrottamazione cartelle

ROTTAMAZIONE BIS, MODULO, SCADENZE E NOVITA’

Nuova rottamazione, come funziona e quali sono le scadenze

L’ Agente della riscossione ha pubblicato il Modello Rottamazione Bis DA-2017. Questa domanda per aderire alla nuova rottamazione può essere presenta direttamente agli uffici dell’Agente della riscossione oppure via PEC.

Per chi invece non ha potuto aderire alla prima rottamazione a causa del mancato tempestivo adempimento di tutte le rate scadute al 31/12/2016 dei piani di dilazione in essere al 24/10/2017,  deve compilare il Modello DA-R, per riattivare la rottamazione con pagamento

Si vedano anche le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione per la compilazione dell’istanza.

Le relative scadenze sono:

Entro il 31 marzo 2018 L’Agente della Riscossione comunicherĂ  i carichi affidati dagli Enti creditori dal 1 gennaio 2017 al 30 settembre 2017 (con modifica dell’Emendamento approvato al Senato anche i carichi dal 2000 al 2016, CLICCA QUI )
15 maggio 2018 E’ il termine ultimo per presentare la domanda di adesione di rottamazione bis
30 giugno 2018 Termine entro il quale l’Agente della Riscossione comunicherà al contribuente l’ammontare delle somme dovute per la rottamazione bis

Termine entro il quale l’Agente della Riscossione comunicherĂ  al contribuente le rate scadute al 31 dicembre 2016 e non pagate

31 luglio 2018 Termine ultimo per pagare l’unica rata della rottamazione bis o la prima rata del pagamento dilazionato
30 settembre 2018 Termine ultimo per pagare la seconda rata

Termine entro il quale l’Agente della Riscossione comunicherĂ  al contribuente l’ammontare delle somme dovute per la rottamazione per quelle istanze inviate relative alle rate scadute al 31 dicembre 2016. Quelle per cui si usa il Modello DA-R

31 ottobre 2018 Termine ultimo per pagare la terza rata
30 novembre 2018 Termine ultimo per pagare la quarta rata
28 febbraio 2019 Termine ultimo per pagare la quinta e l’ultima rata

NovitĂ  della rottamazione bis

A differenza della prima, la rottamazione bis ha alcune peculiaritĂ :

ARRESTO DELLE ESECUZIONI PER IL SEMPLICE INVIO DELL’ISTANZA DI ROTTAMAZIONE BIS A differenza della prima, chi invia il modello per la rottamazione bis non potrĂ  usufruire degli effetti “accessori” del blocco delle eventuali azioni esecutive a cautelari dell’Agente della riscossione, per la semplice circostanza di aver inviato il modello per la nuova definizione agevolata. L’AeR ha chiarito che nel caso in cui le istanze per la rottamazione bis non hanno come oggetto iscrizioni a ruolo tra gennaio 2017 e settembre 2017 (Con l’Emendamento approvato al Senato anche i carichi affidati dal 2000 al 2016)  tale effetto viene meno. Si veda la nota 3 del modello DA-2017
REVOCARE LA ROTTAMAZIONE BIS E’ sempre possibile revocare l’istanza della rottamazione bis, purché entro la scadenza di legge: 15 maggio 2018 (per il Modello DA-R il termine è il 31 dicembre 2017)
RI-PRESENTAZIONE DELLA ROTTAMAZIONE BIS Nel caso di revoca di una precedente istanza di rottamazione bis, la stessa può essere tranquillamente ripresentata entro il termine del 15 maggio 2018 (per il Modello DA-R il termine è il 31 dicembre 2017)
ROTTAMAZIONE BIS CHIESTA SU CARTELLE DELLA PRECEDENTE ROTTAMAZIONE La possibilità di riaprire i termini per chi si è visto rigettare la prima rottamazione, può essere attivata anche per alcune delle cartelle precedentemente rottamate
MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLA ROTTAMAZIONE BIS E’ ammesso il pagamento in compensazione delle somme in rottamazione bis anche con compensazione in sede di erogazione dei crediti d’imposta, ai sensi dell’art. 28-ter D.p.r. n. 602/1973
MODALITA’ DI INDICAZIONE DELLE CARTELLE Con la rottamazione Bis è possibile indicare le singole cartelle di pagamento, ma anche, per la prima volta, con il modello DA-2017, di indicare semplicemente la volontà di definire tutti i carichi rientranti della Rottamazione bis

 

 

Articoli Correlati

Vedi Anche
Close
Back to top button