AggioCartelle di pagamentoSenza categoria

Consiglio dei ministri: aggio Equitalia tagliato al 6% e reato per omesso versamento iva oltre € 200.000,00

Come anticipato anche qui il 25 giugno 2015, il Governo, ieri 26 giugno 2015, ha approvato i decreti legislativi per l’attuazione della Delega Fiscale (Legge. n. 23 del 11 marzo 2014).

Le principali novità sono:

-l’aggio di Equitalia passa dall’attuale 8% al 6%. Inoltre l’aggio si chiamerà contributo pubblico alla riscossione (Cpr) e verrà versato direttamente alle casse dello Stato e non ad Equitalia;

-viene alzata ad €200.000,00 la soglia di punibilità penale dell’evasione IVA (pertanto gli imputati per processi penali ancora in essere per evasione IVA inferiore ad €200.000,00 dovranno andare assolti per il principio del favor rei);

-viene alzata ad €150.000,00 la soglia di punibilità penale per dichiarazione infedele (pertanto gli imputati per processi penali ancora in essere per dichiarazioni infedeli inferiore ad €150.000,00 dovranno andare assolti per il principio del favor rei);

-lieve inadempienza: sarà possibile salvare il beneficio della rateazione pagando le rate entro il 5° giorno dalla scadenza della rata mensile (tale possibilità non può essere usata per oltre 5 rate);

-alzata la soglia entro la quale i contribuenti possono difendersi da soli dal Fisco, senza professionista: il valore (da considerare le sole imposte – non si contano, sanzioni, interessi, aggio e spese di notifica-), passa da €2.582,00 ad €3.000,00.

Articoli Correlati