Avvisi di accertamento e di addebitoDecadenza ed illegittimitàSenza categoria

Le nuove regole sulla cancellazione della societa’ valgono solo per il futuro

Con la Sentenza del 2 aprile 2015 n. 6743 la Corte di Cassazione ha definitivamente affermato che le modifiche apportate dal D.LGS. n. 175/2014 all’art. 36 del D.P.R. n. 602/1973 valgono solamente per le cancellazioni future delle società.

Precisamente, tale articolo 36, per i debiti fiscali non pagati dalla società, prevede una responsabilità dei soci, dei liquidatori e degli amministratori. Tale responsabilità, dopo la modifica legislativa dell’art. 28, comma 4, del D.LGS. n. 175/2014, “ai soli fini della validità ed efficacia degli atti di liquidazione, accertamento, contenzioso e riscossione”di tributi, contributi ed accessori si produce per i successivi 5 anni dalla richiesta di cancellazione.

In altri termini, dopo la cancellazione della società dal registro delle imprese i soci, l’amministratore ed il liquidatore possono essere chiamati a pagare i debiti fiscali della società per i successivi 5 anni.

Articoli Correlati