rottamazione cartelleSaldo e Stralcio con EquitaliaSenza categoria

Saldo e stralcio con Equitalia

Con il DDL n. 2257 è stata proposto un saldo e stralcio con Equitalia.

Precisamente, il Disegno di Legge 2257 (di iniziativa dei Senatori Bernini e Floris), assegnato alla 6° Commissione permanente (Finanze e Tesoro) del Senato, nell’art. 4 afferma di prevedere la definizione dell’intero debito del contribuente tramite un pagamento a saldo e stralcio con Equitalia.

Tale proposta di legge prevede il pagamento:

-integrale dell’IVA;

-dei contributi previdenziali;

-ed il 75% dei debiti tributari.

Saranno, appunto, stralciate le sanzioni, gli interessi e l’aggio applicato.

Tale proposta si avvicina molto a quella indicata dal Governo per il “condono”:

-pagamento solo delle imposte e contributi (fino ad €100.000,00 ed anche in modo dilazionato in 3 anni);

-cancellate sanzioni, interessi ed aggio (vedi la news del 28 settembre 2016).

E’ probabile che la proposta del saldo e stralcio con Equitalia possa essere velocemente approvata dal Senato, oppure, più probabile, sarà utilizzata per “veicolare” la proposta di “rottamazione” delle cartelle proposta dal Governo. Tale seconda possibilità potrebbe trovare anche il favore dell’Europa. Si consideri che il DDL n. 2257 e la proposta del Esecutivo vanno entrambi per la stessa direzione.

Articoli Correlati

4 Comments

  1. Pingback: Legge di Stabilità: addio a Equitalia - Soluzioni Al Debito - www.soluzionialdebito.it
  2. MAH !! SIA VERO SPERIAMO ..ORAMAI L EQUITALIA MI PERSEGUITA .HO PAGATO AVVOCATI .. ,15GG DI FERIE X ANDARE IN GIRO DA UNO SPORTELLO ALL ALTRO ..PERCHE’ NON RIESCO AD ESPORRE IL PROBLEMA A QUALCUNO!! MI TOCCA RIVOLGERMI A STRISCIA LA NOTIZIA ..BOLLI DEL 2001 .MOTORINI E MACCHINE VENDUTE,: RUBATE. TUTTA ROBA CHE ANCORA ESISTE ..MA NON C E.. ..PRATICAMENTE DA 25MILA EURO DA PAGARE LE VERE MULTE MIE VERE 200 EURO . E MI TOCCA PAGARE LE RATE di 2omila euro ..CON UNO STIPENDIO ..DA FAME ..

  3. Inizialmente secondo la propaganda declamata da Renzi,andava nella stessa direzione,poi la necessità di fare cassa ha determinato una presa di posizione pro ricchi a scapito dei milioni di indigenti che non possono aderire al condono studiato per la casta.Perchè non si da seguitp al ddl 2257 che permetterebbe alla quasi totalità dei contribuenti debitori,di far fronte con sacrificio al proprio dovere fiscale?i

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − 9 =