Equitalia non può avere Avvocati

Avvocato e Riscossore. Per la Cassazione è ancora illegittima la costituzione con Avvocato di Libero Foro

Innanzi alla Corte di Cassazione la costituzione deve sempre essere con l'Avvocatura

La Suprema Corte, con la sentenza n. 2298 del 31 gennaio 2020, ha “riaperto” la questione relativa alla costituzione del Riscossore con Avvocato del Libero Foro.

Anche dopo la Cassazione Sezioni Unite n. 30008 del 19 novembre 2019, è ancora illegittima la costituzione dell’Ex-Equitalia se la convenzione tra Avvocatura e Agenzia delle Entrate-Riscossione prevede la difesa con l’Avvocatura e non vi sono un chiaro impedimento dell’Avvocatura.

*****

La fattispecie oggetto della sentenza

Un contribuente impugnava un preavviso di fermo amministrativo con le sottostanti cartelle di pagamento.

La CTP e la CTR rigettavano le ragioni del contribuente. Quest’ultimo ricorreva per Cassazione.

La Suprema Corte ha respinto il ricorso del cittadino (per un problema di procura alle liti), ma ha dichiarato inammissibile anche la costituzione del Riscossore, perché avvenuta con avvocato del libero Foro.

*****

I principi della Cassazione

Come sopra anticipato tale sentenza ha introdotto nuovamente la questione di illegittimità della costituzione del Riscossore, se avvenuta con Avvocato del Libero Foro.

La pronuncia qui in analisi si è basata sulla Cass. SS. UU. n. 30008/2019, che ha introdotto nuovi parametri per valutare il rapporto Riscossore-Avvocato, che qui si riassumono:

  • La difesa con l’Avvocatura di Stato: vi è tale facoltà nei casi espressamente ad essa riservati per convenzione pattuita tra questa e l’ADER (oltre ai casi rilevanti).

  • La difesa con Avvocato di Libero Foro: per tutti i casi non relativi all’Avvocatura di Stato vi può essere la facoltà di farsi difendere da Avvocati del Libero Foro (scelti secondo i criteri generali di selezione del Codice dei contratti pubblici).

  • Ancora sulla difesa con Avvocato di Libero Foro: vi può essere la facoltà di scegliere di farsi difendere tramite Avvocati di Libero Foro, anche nei casi di pattuizione a favore dell’Avvocatura di Stato, tramite specifica e motivata delibera, ad esempio per impossibilità dell’Avvocatura di organizzarsi per difendere l’ADER in particolari cause (oltre ai casi di conflitto in relazione all’Avvocatura di Stato).

  • Facoltà aggiuntiva: vi può essere sempre la facoltà di ADER di farsi difendere da proprio dipendenti avanti al Giudice di Pace e avanti al Tribunale (si veda anche News del 20/11/2019).

***

In buona sostanza la Cass. n. 298/2020 ha precisato: “Orbene, precisato che il Protocollo d’intesa tra Avvocatura dello Stato e Agenzia delle Entrate-Riscossione, n. 36437 del 5 luglio 2017, prevede, in tema di <<Contenzioso afferente l’attività di Riscossone>>, al punto 3.4.1, che l’Avvocatura assume il patrocinio dell’Ente nelle <<liti innanzi alla Corte di Cassazione Civile e Tributaria>>, e che nella specie non vengono in rilievo <<questioni di massima o aventi notevoli riflessi economici>>, né è stato dedotto e provato che l’Avvocatura erariale non sia stata disponibile ad assumere il patrocinio, è imprescindibile la dichiarazione di inammissibilità del ricorso dell’ADER”.

***

Per vedere TUTTE le sentenze di legittimità e di merito sul rapporto Agenzia delle Entrate-Riscossione ed Avvocato di Libero Foro, CLICCA QUI

Tags

Articoli Correlati