Giudice Tributario Competenza

Udienze Tributarie in video “conferenza”

Le modalità sono state anticipate anche da diverse Commissioni

Al fine di poter superare le problematiche attuali relative alla pandemia da COVID-19, la Giustizia Tributaria si sta coordinando con video udienze telematiche.

Tale rivoluzione giudiziaria è stata varata ed ideata dal Direttore del Dipartimento delle Finanze. E’ stata elaborata una bozza di decreto sullo svolgimento telematico delle udienze tributarie.

Tali modalità sono anche già state reperite da alcune commissioni tributarie come quella dell’Emilia Romagna, anche se manca il via libera del Consiglio di Presidenza della Giustizia Tributaria (Cpgt).

 

Le modalità dovrebbero essere le seguenti:

 

1 Le udienze saranno fissate dal Presidente della Commissione tramite PEC. Con tale PEC sarà inviato il link di collegamento.
2 Collegamento all’aula-virtuale avverrà utilizzando il sistema informatico della fiscalità del Ministero dell’Economia (Sif).
3 Le parti processuali del contribuente e della parte pubblica si collegano assieme ai Giudici Tributario ed al segretario.
4 La connessione audio-visiva dovrà assicurare la concreta e buona visione, nonché l’ascolto reciproco di tutte le parti processuali. Se non è possibile tale reciproca visione ed ascolto, il Presidente sospende l’udienza e se non è possibile avere tale “contraddittorio virtuale” sarà rinviata l’udienza.
5 Il deposito dei documenti e delle memorie dovrà avvenire tramite l’apposita funzione di condivisione del Sif, previa autorizzazione del Giudice.
6 Al Processo Verbale dell’udienza sarà apposta la firma digitale del Giudice Tributario e del segretario. Qualora non sarà possibile sottoscrivere digitalmente il verbale il segretario dovrà fare copia informatica del verbale sottoscritto con firma autografa e inserirlo nel fascicolo informatico della causa siglandolo con propria firma elettronica.
Back to top button