Legge di StabilitàSuperBonus 110%

Super Bonus edilizi. Ultime Novità

Super Bonus edilizi. Ultime Novità

La Legge di Bilancio per l’anno 2024 (Legge n. 213/2023) ha previsto alcune novità, a decorrere dall’anno 2024, in riferimento agli immobili interessati o che saranno interessati dai, cosiddetti, Super Bonus edilizi (si veda la news del 04/01/2024).

***

Potete Seguirci anche con:

WP

TELEGRAM

Qui schematizziamo le principali novità previste da tale legge di Bilancio:

Plusvalenza per le cessioni di fabbricati con interventi superbonus  A decorrere dal 1° gennaio 2024 la legge di bilancio ha previsto che rientrano tra i redditi diversi le plusvalenze realizzate dalla cessione di immobili sui quali sono stati realizzati interventi con il superbonus che si sono conclusi da non più di 10 anni all’atto della cessione.
In pratica, nei successivi 10 anni dalla fine dei lavori agevolati con il superbonus, la vendita di immobili è rilevante ai fini delle imposte sui redditi.
IMMOBILI ESCLUSI dalla PLUSVALENZA
Sono esplicitamente esclusi gli immobili:
-acquisiti per successione;
-che sono stati adibiti ad abitazione principale del cedente o dei suoi familiari per la maggior parte dei 10 anni antecedenti alla cessione o, qualora tra la data di acquisto o di costituzione e la cessione sia decorso un periodo inferiore a 5 anni, per la maggior parte di tale periodo.
Ritenuta sui bonifici parlanti dei bonus ediliziLa legge di bilancio 2024 ha previsto che a decorrere dal 1° marzo 2024 la ritenuta di acconto che viene applicata sui bonifici salirà dall’8% all’11%.
La ritenuta d’acconto in commento si applica sui pagamenti effettuati con bonifico in “relazione ad oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta” (il cosiddetto bonifico parlante).
La disposizione riguarderà, quindi, il superbonus, l’ecobonus, il sismabonus, il bonus casa 50%, il c.d. “bonus barriere 75%”.
Si ricorda che l’obbligo di effettuare la ritenuta è conseguenza del bonifico bancario o postale, mentre, nel caso in cui il pagamento avvenga in altri modi, la ritenuta non si applica
Variazione catastale degli immobili oggetto di interventi superbonusLa legge di bilancio 2024 ha stabilito che, con riguardo alle unità immobiliari oggetto di interventi che danno diritto al superbonus, è consentito all’Agenzia delle Entrate di verificare se sia stata presentata la dichiarazione Docfa, (Documento Catasto Fabbricati) anche al fine di eventuali variazioni della rendita catastale.
Sono quindi previsti controlli sulle dichiarazioni Docfa che dovranno essere conformi ai lavori effettivamente realizzati sugli immobili.

*** l’immagini di questo articolo è stata estratta dal sito pixabay

Articoli Correlati

Back to top button