NotificaPoste Italiane e Poste Private

Nessuna notifica con poste private anche dopo il 10 settembre 2017

Per la Cassazione per la notifica con Poste Private serve anche il rilascio delle licenze

La Cassazione con l’ordinanza n.234 del 08 gennaio 2018 ha confermato quanto già statuito con precedente Ordinanza n. 23887/2017 (si veda news del 12 ottobre 2017). Precisamente:

  • Le modifiche legislative dell’art. 1, comma 57 let. b), Legge n. 124/2017, relative alle notifiche di atti del fisco con Poste Private, non è retroattiva ed è applicabile solo dopo il 10 settembre 2017,
  • Anche dopo il 10 settembre 2017 la notifica con Poste Private è condizionata al rilascio delle nuove licenze da parte dell’AGCOM per tale servizio.

Nei fatti un Contribuente aveva impugnato un avviso di accertamento ICI contestando l’inesistenza della notifica dell’atto perché effettuata tramite Posta Privata (tipo Nexive). Dopo i primi due gradi, il ricorrente si è rivolto alla Suprema Corte, la quale ha confermato il suo orientamento di esclusione delle Poste Private per le notifiche di atti del Fisco.

La Liberazione dei servizi postali, infatti, approvata con decreto legislativo n. 261/1999, stabilisce che per ragioni di ordine pubblico la notifica tramite posta di atti tributari sono affidati in via esclusiva a Poste Italiane spa.

La modifica introdotta dalla Legge n. 124/2017 è, quindi, una eccezione. Tale speciale norma deve essere, pertanto, rigorosamente applicata. Si applica solo DOPO il 10 settembre 2017 ed esclusivamente per quei soggetti che hanno avuto tutte le relative autorizzazioni e licenze.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *