CoronaVirusINPS-Pensione

Contributi sospesi dal D.L Ristori, da pagare entro il 16 marzo 2021

16 marzo si pagano i contributi sospesi

Salvo modifiche dovute dal prossimo Decreto Sostegni (così si dovrebbe chiamare il nuovo Decreto per gli aiuti a imprese e professionisti), entro il 16 marzo 2021 dovranno essere versati i contributi previdenziali, di ottobre e novembre 2020, sospesi dai Decreti Ristori (Decreto Ristori I e Decreto Ristori II). Si veda anche Il D.L. n. 41/2020 (Decreto Sostegni), CLICCA QUI.

Con il messaggio n. 896 del 02 marzo 2021 l’INPS fornisce le istruzioni operative per tali versamenti, che dovranno essere effettuati in unica soluzione oppure in 4 rate (la prima a partire dal 16 marzo 2021).

*****

Ecco tutte le modalitĂ  e le caratteristiche per tali versamenti

Contributi sospesi per il mese di Novembre 2020L’art. 13 quater del D.L. n. 137/2020 (Decreto Ristori I, CLICCA QUI) prevede:
– per le aziende con fatturato fino a 50 milioni di euro;
– che hanno subito una diminuzione del 33% del fatturato a novembre 2020, rispetto a quello di novembre 2019:
– a chi esercitava attivitĂ  economiche sospese dal D.P.C.M.  del 3 novembre 2020;
– agli esercenti attivitĂ  di ristorazione con sede nelle Zone Rosse o Arancioni;
– alle agenzie di viaggio/tour operator con sede nelle zone rosse.
Contributi sospesi per il mese di Ottobre 2020L’art. 13 Bis del D.L. n. 137/2020 (Decreto Ristori I, CLICCA QUI) prevede: – sospensione per i soggetti con codici ATECO indicati negli allegati 1 e 2 del Decreto Ristori I (quelli dell’allegato 2 devono risedere nelle Zone Rosse).
ModalitĂ  di versamentoI contributi, da versare a mezzo F24, corrispondo agli importi sospesi indicati con i rispettivi codici di sospensione N974, N975 e N976.
PagamentiIl pagamento può avvenire in unica soluzione al 16 marzo 2021, oppure in 4 rate con la prima il 16 marzo. Tuttavia, il mancato di due rate, anche non consecutive, determinerà la decadenza dal beneficio della rateazione.

Articoli Correlati

Back to top button