Decreto FiscaleIn generale sugli atti tributari

Delega fiscale: ancora sulle principali novità

La delega Fiscale, spiegata

Il 14 agosto 2023 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge delega n. 111 del 9 agosto 2023, con oggetto la riforma dell’intero sistema Tributario: dalla pressione fiscale, all’accertamento, dalla riscossione al processo Tributario e il regime sanzionatorio.

Scarica qui la DELEGA FISCALE definitivamente approvata:

Analizziamo i punti più rilevanti in modo approfondito. Tale analisi è stata formulata e redatta in collaborazione con il Dott. Commercialista Francesco BASSANI dello Studio Alcor – Società tra professionisti – S.p.a. Via Trieste n. 32 35121 PADOVA Tel 049.8754677 www.studioalcor.it

ART. 3 (Residenza delle Persone Fisiche)-Rivisitazione, nell’ottica delle direttive Europee e degli indici OCSE, dei criteri che individuano e definiscono la residenza delle Persone Fisiche in Italia;
Incentivi per investimenti in Italia e per trasferimento di capitali esteri (con imposta minima nazionale e regime sanzionatorio agevolato)
ART. 4 (Rafforzamento Statuto Contribuente CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO)Motivazione obbligatoria per tutti gli atti del Fisco;
– valorizzazione del principio del legittimo affidamento del contribuente e della certezza del diritto:
1. Obbligo del contraddittorio preventivo per tutti gli atti del Fisco, pena nullità dell’atto stesso; -Potenziamento autotutela;
2. Istituzione Garante del Contribuente Nazionale in luogo di quelli regionali.
ART. 5 (Revisione Imposta diretta P. F. – IRPEF)Con l’obiettivo di ridurre il prelievo fiscale e di giungere a un sistema d’imposta progressivo ad aliquota unica (flat tax), il Governo dovrà:
1. Riduzione dell’IRPEF: riduzione aliquote, diminuzione degli scaglioni, riordino della base imponibile; -Riorganizzazione delle deduzioni e delle detrazioni;
2. Riordino delle spese fiscali, in particolare per salvaguardare la famiglia, la casa e la salute;
3. Tassazione agevolata  su straordinari, tredicesime e premi produzione.

Inoltre, per le locazioni, verrà estesa la cedolare secca anche per le locazioni di immobili non adibiti ad uso abitativo.
ART. 6 (Revisione Imposta sulle Società – IRES)Per la tassazione delle società e degli enti, la delega fiscale prevede un sistema binario dell’applicazione dell’imposta IRES:
1 all’quota ordinaria (attualmente pari al 24%);
2 applicazione di una aliquota ridotta, nei 2 anni successivi, alla realizzazione:
3 di specifici investimenti;
4 nuove assunzioni.

Inoltre vi sarà l’allineamento dei valori fiscali con i valori civili della redazione del bilancio
ART. 7 (Revisione IVA)La delega Fiscale, per l’imposta IVA, prevede:
1 Razionalizzazione del numero e delle aliquote IVA;
2 la ridefinizione dei presupposti dell’imposta per renderla più aderente alla normativa europea;
3 Revisione delle detrazioni IVA.
ART. 8 (Eliminazione IRAP)Graduale eliminazione dell’imposta IRAP, con priorità alle società di persone ed alle associazioni tra professionisti;
sostituzione dell’imposta IRAP con sovra imposta similare all’IRES.
ART. 10 (Altri Tributi nazionali) e ART. 12 (accise)Razionalizzazione e unificazione dei tributi indiretti (diversi dall’IVA):
1 dell’imposta di registro,
2 dell’imposta sulle successioni e sulle donazioni,
3 sull’imposte di bollo; riordino delle tasse automobilistiche;
4 revisione delle accise e di altre imposte sui consumi.
ART. 13 E 14 (Tributi regionali e locali)La Delega Fiscale prevede:
1 la piena attuazione del federalismo fiscale (D.Lgs. n. 68/2011);
2 la razionalizzazione dei tributi regionali (considerando il sistema fiscale anche di Comuni, Provincie e Città metropolitane);
3 la razionalizzazione dei tributi locali;
4 l’introduzione del sistema che privilegia l’adempimento spontaneo; la revisione del sistema sanzionatorio.
ART. 16 (Revisione adempimenti tributari)La legge delega prevede anche delle misure relative agli adempimenti fiscali al fine di migliorare il rapporto del fisco con il contribuente.
In particolare:
1 razionalizzazione degli obblighi dichiarativi; 2 semplificazione degli adempimenti degli indici sintetici di affidabilità (ISA);
2 Aumento dell’uso di strumenti digitali o I.A.;
3 armonizzazione dei termini per gli adempimenti e per i versamenti;
4 riduzione dei termini per il rimborso di crediti, per i contribuenti con alti livelli di affidabilità fiscale;
5 Sospensione nel mese di agosto e di dicembre di invio di comunicazioni da parte di Agenzia delle Entrate e del Riscossore.  
ART. 17 (Attività di accertamento. CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO)Il principio generale sarà quello della compliance volontaria.
Inoltre:
1 Aumento dell’uso di strumenti digitali o I.A.;
2 Applicazione generalizzata dell’obbligatorio contraddittorio preventivo;
3 obbligo dell’Agenzia delle Entrate di motivare le osservazioni del contribuente;
4 Riduzione dei termini per accertare il contribuente.
ART. 18 (Riscossione)Le legge delega prevede la semplificazione del sistema di riscossione, in particolare:
1 Discarico automatico delle quote a ruolo non riscosse entro il 5° anno (con sospensione in caso di esecuzione o di concordato);
2 semplificazione delle modalità per chiedere dilazioni con 120 rate mensili massime; –Eliminazione del ruolo e della cartella;
3 semplificazione dei pignoramenti fiscali del Riscossore;
4 accelerazione e semplificazione delle procedure relative ai rimborsi fiscali (anche per i rimborsi IVA).
ART. 19 (contenzioso)Il riferimento al contenzioso tributario la legge delega prevede:
1 l’abrogazione dell’istituto del reclamo/mediazione;
2 Possibilità di udienza da remoto su richiesta anche di una sola parte;
3 Rafforzamento del divieto di produrre nuovi documenti in processo (ed in appello);
4 possibilità di accedere alle sentenze tributarie.
ART. 20 (sistema sanzionatorio CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO)La legge delega, sempre nell’ottica di migliorare il rapporto fisco-contribuente, prevede la revisione generale delle sanzioni amministrative e penali tributarie.
Sia in materia delle imposte sui redditi, dell’IVA, nonché dei tributi locali (come sopra anticipato).
Precisamente:
1 Maggior integrazione tra sanzioni amministrative tributarie e penali tributarie;
2 regime premiale per quelle imprese che adottano sistemi per rilevare, gestire, controllare e prevenire il rischio di evasione fiscale.

Studio e analisi della Delega Fiscale eseguita dal Dott. Francesco BASSANI (Commercialista di Padova e socio Studio Alcor – Società tra professionisti – S.p.a. Via Trieste n. 32 35121 PADOVA Tel 049.8754677 www.studioalcor.it) e dall’Avv. Francesco SPINATO (Avvocato del Foro di Milano presso Studio Legale Associato ZS)

**l’immagini di questo articolo è stata estratta dal sito pixabay

Articoli Correlati

Back to top button