Notifica PECSenza categoria

CTP: illegittima la notifica tramite PEC di intimazione di pagamento

 

Oltre alle oramai numerose sentenza di merito che confermano la non affidabilità, univocità ed immodificabilità, nonché certezza della notifica tramite PEC, anche la CTP di Savona, con la sentenza n. 101 del 2 febbraio 2017, ha statuito l’annullamento dell’intimazione di pagamento, perché comunicata tramite PEC.

Precisamente, la CTP di Savona ha precisato, richiamando la perizia di parte del contribuente, che “dall’esame dei documenti inviati via PEC da Equitalia Nord spa, scrupolosamente analizzate, si conclude che gli stessi sono del tutto carenti di quelle procedure atte a garantire la genuina paternità, nonché mancanti della firma informatica e/o digitale, e non rispondenti a criteri di univocità ed immodificabilità, per cui non garantiscono il valore di certezza e corrispondenza, peraltro confortato dall’attestazione di conformità, del tutto assente, invece previsti indefettibilmente dalle disposizioni normative sopra richiamate”.

Quindi è sempre più certo che Equitalia non possa allegare alla PEC un semplice documento in formato PDF, ma deve obbligatoriamente allegare un documento informatico con firma digitale, oppure, una copia informatica con attestazione di conformità.

Articoli Correlati