PrescizioneSenza categoria

Debiti con il fisco si prescrivono in 5 anni

Come già anticipato nella nostra news del 2 febbraio 2017, i tributi del Fisco si prescrivono in 5 anni, anziché in 10 anni. Precisamente, basandosi sull’importante sentenza della Cassazione SS. UU. n. 23397 del 17.11.2016, oramai diverse pronunce dei Giudici di merito (si veda news del 6 maggio 2017) affermano e statuiscono che la prescrizione per debiti Irpef, Irap, Iva ed addizionali è quinquennale.

Da ultima, anche la CTR Lazio n. 1229 del 14 marzo 2017 ha applicato il principio affermato da tale sentenza della Suprema Corte di Cassazione. Per la CTR laziale solamente tramite un titolo giudiziale (sentenza) il termine di prescrizione dei tributi si “converte” in 10 anni.  Pertanto in assenza di tale titolo giudiziale il termine di prescrizione rimane di 5 anni: “I crediti tributari fatti valere con le cartelle di pagamento oggetto di appello (IRPEF, IRAP, IVA Addizionali, Sanzioni, Interessi) non prevedono la prescrizione ordinaria decennale, ma – ratione temporis – una prescrizione più breve (quadriennale o quinquennale per gli avvisi di accertamento relativi ad imposte sui redditi, ad IRAP o IVA, quinquennale per le sanzioni ex art. 20 d.lgs. n. 472/1997)” (CTR Lazio n. 1229/2017).

Articoli Correlati