Avvisi di accertamento e di addebitoDelegaFalsi dirigentiSenza categoria

CTR Milano: la delega “collettiva” dell’Agenzia è inefficace perché è una delega “in bianco”

La CTR di Milano, Sez. 1, Sentenza n. 2507/1/16 del 24 aprile 2016, ha affermato che la delega conferita al soggetto delegato a sottoscrivere l’avviso di accertamento, non può essere “collettiva”, perché è assimilabile ad una delega “in bianco” non ammissibile.

Precisamente, dopo la famosa sentenza della Corte Costituzionale n. 37/2015, relativa ai dirigenti decaduti, ed alle 3 sentenza della Cassazione n. 22800, n. 22803 e 22810/2015, sono seguite numerose sentenze anche di merito che hanno incentrato, per la validità della sottoscrizione dell’atto, la presenza di valida e completa delega.

Tuttavia, l’Agenzia produce sempre uno specifico atto dispositivo inerente alle deleghe di firma per gli atti emessi nell’ambito degli uffici territoriali. A tale atto vi è, a sua volta, allegato un prospetto dove, per centinaia di nominativi, sono indicate le funzioni svolte e le deleghe concesse.

Ebbene, tale modo di delegare i soggetti a sottoscrivere gli atti, per la CTR di Milano, non è legittimo. La Commissione, richiamando la Cass. n. 22803/2015, ha ritenuto tale modalità di formare la delega come una delega “in bianco” e pertanto non legittima e viziata.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *